mercoledì 10 gennaio 2018

Crema di bulbi d'aglio orsino





Noi abitualmente mangiamol'aglio orsino in primavera, quando riveste i sottoboschi umidi con un grande tappeto di foglie e fiori. In quella stagione ho provato ad assaggiare i bulbi e, trovandoli meno buoni di altre parti, ho deciso che era meglio non raccoglierli.
Lo scorso inverno invece, servendomi questa pianta per fini terapeutici, ho preso i bulbi, che erano l'unica parte reperibile in questa stagione, ed ho così scoperto che nei mesi invernali sono buonissimi!



Hanno un gusto piccante ed un profumo intenso, così ho provato ad utilizzarli per la stessa salsa che faccio in primavera con le foglie.
Quando raccogliete gli agli lasciate quelli piccoli e ripiantateli subito.


Vi occorre un formaggio caprino fresco e di gusto un pò acido, una manciata di agli e dell'olio evo.


Mettete i bulbi di aglio in un grosso contenitore a bicchiere, aggiungete l'olio e frullate con un frullino a immersione finchè si forma una salsa omogenea. Aggiungete il formaggio ed il sale, continuando a frullare.




Io, siccome non posso mangiare glutine, ho messo questa crema su delle crepes di farina di castagne.
Il gusto è decisamente agrodolce, ma a me piace e lo trovo anche un accostamento meno banale. Altrimenti potete usare dei normali crostini di pane.


Se non avete l'aglio orsino nel vostro giardino e lo andate a raccogliere nel bosco, quando ne volete prendere di più da usare altre volte, per conservarlo bene non eliminate le radici e mettetelo in un vaso, coprendolo con sabbia o terriccio che vanno tenuti umidi.  







Nessun commento:

Posta un commento